La Musica

TRE PASSI AVANTI

Copertina - Tre passi avanti

Anno: 2004
Supporto: CD
Etichetta: Danny Rose/Venus
Durata: 53:29

  Titolo Durata Ascolta
1. Ramon 2 00:48  
2. Il Mistico 03:01
3. Sempre Allegri 03:15
4. La fine di Pierrot 03:54
5. Que nadie sepa mi sufrir 03:37  
6. Mi arrendo 04:35  
7. Ramon 03:35  
8. Macrame les doigts 03:24  
9. Negli occhi guardo poco 02:58  
10. Mexicostipation 01:19  
11. Non ricordo più 04:25  
12. Tre passi avanti 03:35  
13. Papillons 03:04  
14. Mama Nonmama 05:04

RAMON 2

sombrero d’occasione pelliccia di visone si trovano stranieri nella loro città.
è stato solo un giorno e poi… malinconia,   il tempo di un abbandono e sei volata via

torna su

IL MISTICO

Che sorriso un po’ bevuto e stralunato mi doveva capitare   proprio a me, a me che non rido mai (per serietà!).
Ma la sorte è già passata sulla schiena come un’allucinazione   proprio a me, a me che venero denaro e vanità!!!!!
TERRA fiera, gigante austera   severa e capace di fare la pace
MADRE di vita vissuta ferita…   battuta! Rinata! guarita-fiorita!
TI GUARDO TI ADORO TI CANTO IN CORO
i canti eleganti di guerre e diamanti
storie di santi che l’uomo devastadistruggesovrastasimetteintasca

Mi vergogno un po’ mi hanno preso tutto… anche il nome e la memoria (io che solo a me regalavo la mia nudità!!!)
Mi sento MISTICO privo di ogni bene: ora prego (e forse imploro)   sento il brivido di parlarmi con sincerità
TERRA fiera, gigante austera   severa e capace di fare la pace
TI GUARDO TI ADORO TI CANTO IN CORO i canti eleganti di guerre e diamanti con 10 comandi in 9 mesi   8 Von Bismark e 7 giapponesi   6 di fuori!   5 incontinenti   4 passi e 3 civette muoiono di stenti   2 testamenti??

torna su

SEMPRE ALLEGRI

Datemi i mulini a vento   le chiavi del convento   la soluzione a tutti i difetti miei è la solitudine (ma non la vorrei)…
all' attacco miele e tabacco!!!!!?
Sono nato sulle ossa rotte dalla parte più forte
la fortuna è un fatto di geografia
voglio un 2 cavalli armato di energia
ALL' ATTACCO MIELE E TABACCO E VINO NERO CONTRO L' ACIDITÀ
la danza dell' arroganza ha da finire e presto finirà
Non lascerò il timone al tempo   guardo l'orizzonte ogni momento   cerco soluzioni e trucchi di magia credo che alla fine arrivi la cavalleria
ALL' ATTACCO MIELE E TABACCO E VINO NERO CONTRO L' ACIDITÀ
Grido!!!   senza permesso   senza rumore nessuno sentirà
Datemi i mulini a vento   le chiavi del convento   la soluzione a tutti i difetti miei è la solitudine ma…
sempre allegri bisogna stare che il nostro piangere fa male al re fa male al ricco e al cardinale diventan tristi se noi piangiam

torna su

LA FINE DI PIERROT

“ “ “Sire che disponete di grazia e di perdono, udite il lamento di un popolo mai domo! Ma la gente che piange non piace a Vostra Altezza… quanto fastidio e noia la nostra debolezza!” ” ”
… Milady   … Milady

“ “ “ e per non disturbare parlerò con ardore dentro alle sottane del Vostro nuovo Amore! !” ” ”

Solita comica tragica fine di un Pierrot
mentre lei sadica ancheggia con voluttà

“ “ “Se devo confessare la mia sottomissione con un morbido bacio dove non batte il sole, permetta che io segua la mia inclinazione: rivolgo alla Signora la mia umiliazione!” ” ”

Solita comica tragica fine di un Pierrot
mentre lei sadica ancheggia con voluttà

torna su

QUE NADIE SEPA MI SUFRIR

No te asombres si te digo lo que fuiste
Una ingrata con mi pobre corazón
Porque el fuego de tus lindos ojos negros
Alumbraron el camino de otro amor
Y pensar que te adoraba ciegamente
Que a tu lado como nunca me sentí
Y por esas cosas raras de la vida
Sin el beso de tu boca yo me vi

Amor de mis amores, alba mía, que me hiciste
Que no puedo consolarme sin poderte contemplar
Ya que pagaste mal mi cariño tan sincero
Lo que conseguirás que no te nombre nunca más
Amor de mis amores, si dejaste de quererme
No hay cuidado que la gente de eso no se enterará
Que gano con decir que tu amor cambió mi suerte
Se burlarán de mí, que nadie sepa mi sufrir

Y pensar que te adoraba ciegamente
Que a tu lado como nunca me sentí
Y con esas cosas raras de la vida
Sin el beso de tu boca yo me vi

torna su

MI ARRENDO

Mi arrendo come un soldato colto da spavento   o come un terzino troppo lento (ammetto che non sono dei migliori, ammetto anche di sentirmi fuori!)
…ma l' aria, l' aria che respiro mi consola mi unisco al corso della storia…

TUTTI DI CREMA A DIMAGRIRE TUTTI BELLI DA MORIRE PRONTI ALLA CELEBRITÀ, PRONTI ALLA CHIMICA!!!!!

Mi pento in pubbliche sedute di lamento, ammetto pure qualche turbamento se penso che combatto contro il tempo (combatto l'unico pensiero?), come un soldato colto da pazienza come un terzino che usa l'esperienza

TUTTI DI CARTA AD INGIALLIRE E DI PLASTICA A MENTIRE PRONTI ALLA POSTERITÀ, E DI SESSO AD IMPAZZIRE PRONTI ALLA CHIMICA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Resta il profumo antico e puro
Il mattino mi illuminerà stretto tra le braccia di Nanà
Feste su feste danze e carezze…

torna su

RAMON

Sombrero d'occasione pelliccia di visone si trovano stranieri nella loro città   Si incontrano per caso in quell'assurdo vaso che contiene i resti dell'umanità   Lui canta messicano lei legge nella mano notizie sul piacere, sulla fertilità   Come le idee migliori come i più bei fiori si danno paragoni e incredulità
Ramon, è semplice destino, il fascino latino di Sancho Panza fa il cantante di amore: EL CANTANTE DE AMOR
Ramon si fa pagare in vino con l' aria da fachiro che sopporta male,   le note di dolore LE NOTE DE DOLOR

Oggi è il grande giorno, dal mondo che gli è intorno sbucano due occhi di mandorla e sakè Ramon fa confusione si crede una canzone si sbaglia, si incanta e canta per sè!
Ramon, è semplice destino, il fascino latino di Sancho Panza fa il cantante di amore: EL CANTANTE DE AMOR Ramon si fa pagare in vino con l' aria da bambino che sopporta male, le note di dolore, LE NOTE DE DOLOR

torna su

MACRAME LES DOIGTS

C'était un garçon bien élevé, issu d'une famille de skinhead
Mais il avait bien mal tourné au grand désespoir de son père
Il avait jeté sa matraque, vendu ses Docs et puis son cran
Et même ses superbes nunchacks qu'il avait eu pour ses 15 ans

Skinhead aux cheveux longs
C'est l'émancipation
Sous son cuir chevelu
La tendresse a vaincu
Son bomber a poussé
Ses tatouages aussi
Les fleurs ont remplacé
Le serpent et l'épée

Il était parti au Népal ou les skins ne sont pas légion
Avec son tatouage "Mort aux vaches", les indiens l'ont pris pour un con
Il est revenu au grand air en plein Ardèche il prend son pied
Avec le seul truc qu'il sache faire ; des croix gammées en macramé

Skinhead aux cheveux longs
C'est l'émancipation
Sous son cuir chevelu
La tendresse a vaincu
Son bomber a pousse
Ses tatouages aussi
Les fleurs ont remplace
Le serpent et l'épée

Le drapeau tricolore qu'il avait dans sa chambre
A perdu d'son éclat à grands coups d'eau d'Javel
Il fait pleurer sa mère et ne veut plus entendre
Que du Ravi-Shankar ou du Alan Stivell

 

Era un ragazzo ben educato, rampollo di una famiglia di skinheads. Ma presto, prese una brutta strada, per la grande disperazione di suo padre: ha gettato il suo manganello, venduto le sue Docmartins, il suo coraggio e perfino le sue superbe mazze giapponesi che aveva ricevuto per i suoi quindici anni!
Skinhead con i capelli lunghi… è l'emancipazione! sotto il suo cuoio capelluto, la tenerezza ha vinto, il bomber è fiorito e anche i suoi tatuaggi: i fiori hanno rimpiazzato il serpente e la spada!!!!

È partito per il Nepal dove gli skins non sono legioni e col suo tatuaggio "morte agli sbirri" gli indiani l'hanno preso per un coglione. È tornato all'aria aperta fermandosi in Ardèche, con l'unica cosa che sa fare: croci uncinate all' uncinetto!!
Skinhead con i capelli lunghi… la bandiera tricolore che pendeva in camera sua ha perso il suo smalto a gran colpi di varechina… fa piangere sua madre e non vuol più ascoltare che del Ravi Shankar o del Alan Stivell

torna su

NEGLI OCCHI GUARDO POCO

negli occhi guardo poco   solo per sentimento   perché lo sguardo è bello usarlo contento   nemmeno per errore o per essere fiero   potrei guardare il mondo privo dei desideri, privo di desiderio

Mi faccio cullare da questi pensieri   mentre improvviso un fuoco   con le foto di ieri… e aspetto mattina   ho molta nostalgia del colore delle chiavi di casa mia
sono fuori casa
sono fuori casa
sono fuori casa
sono fuori casa

torna su

MEXICOSTIPATION

Ho incantato le signore per il tempo di un caffè con qualche mambo e il cuore alla deriva ora lavoro in un albergo ad ore mi vendo per pochi dollari e Tequila
Mexico   Mexico

torna su

NON RICORDO PIÙ

Era arrivato il mio momento la chiave per il paradiso
quello che incontri una volta nel tempo servito come un aperitivo… Scelse per me il mio destino l'ultimo tiro a me, (il decisivo!):
se faccio centro vinciamo l'onore se sbaglio crollo e pago l'errore
Non ricordo più come andò, come fu   la storia ricorderà
Non ricordo più come andò, come fu   qualcuno racconterà
Io che credo a tutto anche al vudù la storia riporta che
non trovai Belzebù, Odino o Manitù… qualcuno che aiutasse me!
Sento degli occhi tra il fumo denso pieni di odio o di amore immenso   sento il cuore assalire la gola, la vita si gioca una volta sola
decido di godere ogni momento, ogni sguardo, ogni scommessa
mi metto a valutare il vento e accenno qualche passo con l'orchestra
Non ricordo più come andò, come fu la storia riporta che
non trovai Belzebù, Odino o Manitù… qualcuno che aiutasse me!
Non ricordo più ho ben altre virtù, un eroe non è pane per me, ma la mia tribù non mi vuole più e non capisco perché
Lasciato solo dagli dei prendo mira coraggio e decisione
ricordo solo… una luce bianca… la freccia che avanzava stanca
NON SONO MAI STATO COSÌ POTENTE
HO IN MANO IL DESTINO DELLA MIA GENTE

Non ricordo più come andò, come fu qualcuno racconterà

torna su

TRE PASSI AVANTI

Tre passi avanti… uno indietro per umiltà   ognuno ha i suoi santi le sue bandiere di libertà   io seguo Che Guevara mi fido dell'aria e del colore Tre passi avanti uno indietro che male non fa.
Amo la piazza amo la sua densità di ogni razza, di cultura, di società. Mi piace mescolanza, fratellanza in quantità, il lato nascosto dell'America
Io seguo Che Guevara
Tre passi avanti uno indietro per umiltà   le mani sui fianchi in processione con l'umanità al passo di danza oltre i limiti della realtà gridando "terra!" ad ogni gesto di carità. Odio la guerra senza anestesia, un'operazione di democratica ipocrisia   ognuno ha la sua definizione di libertà: il lato violento dell'America
Io seguo Che Guevara
Libero nell'aria

torna su

PAPILLONS

Il est 4 heures et tout va bien, rien à l' horizon!! L'ennemi se porte plutôt bien: le repos du lion. Ne t'inquiète pas mon vieux garçon et pense à elle tu la verras danser pieds nus… une hirondelle. Je te laisse une goutte de potion, je te laisse ma bénédiction pour moin de stress et de galères et plus de papillons

Il est 5 heures et tout va bien, rien à raconter Encore une nuit sans chansons et tabac parfumé dans ta bataille sans trop d' espoirs contre les occasions perdues, les coups de penaltyes sur la barre, les fêtes où tu n'est pas voulu

torna su

MAMA NONMAMA

Vedo stelle soltanto se l'oroscopo è gentile ma mi sembra sera buona per comprare fiori da cortile. Gioco a mama nonmama, non sono di compagnia, chiedo alla nuova luna la luce per guardare il buio con fantasia
Dove corre la gente nella bocca del destino   regalando la sua mente al potere più vicino…
Non so dove sto andando ma so che ci sto andando cammino contromano cieco e sordo al richiamo della voce del padrone, della pubblica opinione Non so dove sto andando ma so che ci sto andando ma so che ci sto andando
La mia pelle soltanto nelle braccia di un amore mai sbiadita in una divisa o in un campo a fare il girasole. Fermati viso bianco la storia ricorderà la mano che semina il grano, non quella dell' avidità
Non so dove sto andando ma so che ci sto andando cammino contromano cieco e sordo al richiamo delle facili occasioni, delle pene, dei perdoni Non so dove sto andando ma so che ci sto andando non so dove sto andando ma so che ci sto andando ma so che ci sto andando

torna su

ALBUM

SINGOLI